Anit: aumentano gli associati

L'associazione.
Image

L’Anit, si sa, è un’associazione di recente costituzione. Proprio per questo risulta significativo l’incremento degli associati tra il 2022, quando è nata, e lo scorso anno, quando ha fatto registrare oltre il doppio degli aderenti. Nel concreto, come è stato evidenziato nel recente congresso generale, si è passati da meno di venti nel marzo ’22 alle attuali quarantotto. L’obiettivo, quest’anno, è promuovere nuove adesioni qualificate che favoriscano un’ulteriore crescita.
Si tratta, ha rilevato la presidente, Nicla Caradonna, d’un patrimonio di aziende e di professionalità che chiede d’essere salvaguardato nelle sue prerogative e che merita un forte impegno in questo senso da parte dell’Anit.
Proprio per questo è necessario, da parte dei soci, continuare a investire in comunicazione, tempo e relazioni come condizione per essere al passo con i tempi e valorizzare il loro know-how. I traslocatori hanno la necessità di farsi conoscere nelle loro prerogative di operatori specializzati. L’Anit rappresenta, in tal senso, il loro strumento di partecipazione e quindi di azione.
Ciò dovrà avvenire anche sostenendo la costituzione di sezioni territoriali nelle regioni e nelle città italiane per rappresentare le questioni, le peculiarità, le problematiche e le criticità del settore del trasloco. Gli associati, a loro volta, dovranno essere sempre più protagonisti partecipando attivamente alle iniziative dell’Anit. Il contributo di nuove forze e di nuove idee è fondamentale alla buona riuscita della programmazione.